Sai che la tua azienda non può sopravvivere al mercato ultra competitivo di oggi senza una solida strategia di marketing digitale? Dunque, se hai ideato fantastiche campagne di e-mail marketing, padroneggi bene tutto ciò che riguarda i social media e hai persino creato contenuti video altamente condivisibili, di certo non puoi riuscire a sfruttare a pieno tutto questo lavoro se non ci affianchi delle azioni strategiche di SEO e SEM.

Purtroppo, sono molti gli imprenditori che odiano Google semplicemente perché non riescono ad arrivare in prima pagina e quindi si arrendono. Peccato, perché i piccoli imprenditori hanno ottime possibilità di riuscire sul web. Questo perché Google non guarda ai budget. Non ci credi? Allora, leggi il nostro articolo e capirai cosa stiamo dicendo.

Gli imprenditori che odiano Google solitamente utilizzano il seguente ragionamento:

  • Google è una grande organizzazione che ha come scopo quello di fare soldi.
  • Solo le grandi aziende ne traggono vantaggio.
  • Come piccolo imprenditore non sarò mai in prima pagina.
  • La SEO non funziona se non hai soldi.

In realtà, solo la prima di queste 4 affermazioni è vera (ma quanti di noi vogliamo fare soldi?). Le altre 3 affermazioni, invece, non corrispondono a realtà ed è vero proprio il contrario. Dopotutto, è importante rendersi conto di quanto segue:

Nel motore di ricerca, Google guadagna solo con gli annunci a pagamento. Perché Google riesce a fare così tanti soldi con gli annunci? Perché Google ha un traffico enorme che attira molti visitatori. Dopotutto, in Italia quasi tutti usano Google quando cercano qualcosa su internet. Usano Google perché è in grado di offrire sempre ottime risposte alle proprie ricerche.

Quindi, l’opportunità qual è? Quella di poter competere anche con i più grandi, perché Google offre risultati oggettivi, non sceglie i risultati in base a chi ha più soldi.

Pagare per le tue strategie di marketing digitale su Google ha l’effetto opposto

In effetti, se Google si rende conto che le aziende stanno cercando di ottenere maggiore visibilità attraverso azioni a pagamento (che possono ancora essere fatte in modo subdolo), le punisce duramente per farle precipitare nell’oblio.

Questo accade perché Google intende offrire soltanto risultati di qualità e la maggior parte degli utenti scapperà se i suoi risultati non lo sono. Dunque, Google non guarda al budget di marketing digitale dell’azienda, o quanto personale lavora lì, o se si trova in America, piuttosto che in Tanzania. Google controlla se gli articoli corrispondono alla domanda dell’utente. E questo può anche essere un articolo sul tuo blog.

Se c’è un’area nel mondo del web marketing in cui il denaro non è un problema, sono i risultati di ricerca organici di Google. Approfittatene. Perché Google offre l’opportunità unica di attirare nuovi visitatori che prima non conoscevano la tua azienda.

Tuttavia, non stai ancora salendo nelle classifiche dei motori di ricerca. Allora, che fai? Probabilmente cerchi di renderti visibile con delle attività SEM. Però, per molti, esiste una mancanza di comprensione tra SEO e SEM.

Quindi, qual è la differenza tra queste due forme efficaci di marketing digitale su Google?

Qual è la principale differenza tra SEO e SEM?

Un esperto SEO e consulente web marketing sa bene che la SEO genera traffico organico sul tuo sito web, mentre la SEM genera del traffico soltanto se paghi. Entrambi sono strumenti essenziali per aumentare la tua visibilità sui motori di ricerca come Google. Dunque, mentre l’obiettivo di entrambe le azioni strategiche di marketing sono le stesse, il modo in cui lo fanno è abbastanza diverso.

Se un utente atterra sul tuo sito attraverso del traffico organico, vuol dire che ci è finito naturalmente, perché ti ha trovato all’interno della SERP di Google con una parola chiave inerente la tua nicchia di mercato. Questa visibilità puoi riuscire a ottenerla attraverso attività SEO.

Il traffico a pagamento (SEM), invece, viene anche definito “pay-per-click”, marketing PPC, o Ads. Se utilizzi il traffico a pagamento per aumentare la tua visibilità, gli utenti che cercano le parole chiave che hai scelto come target, trovano il tuo annuncio finendo sul tuo sito web perché hai pagato per cercare di portare traffico sulle tue pagine web. Il tuo sito viene visualizzato nella parte superiore delle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

Quindi paghi una commissione ogni volta che qualcuno fa clic su un annuncio per poi essere reindirizzato al tuo sito.

Cosa hanno in comune SEO e SEM?

Nonostante queste differenze, le tattiche di marketing digitale SEO e SEM hanno ancora molto più in comune di quanto ci si potrebbe aspettare. Entrambe ruotano principalmente attorno alla conduzione di ricerche approfondite sulle parole chiave e al targeting di esse che ti porteranno più traffico.

Inoltre, entrambe le strategie richiedono che tu faccia una ricerca seria sul tuo mercato di riferimento e mirano a ottenere più traffico web in modo che tu possa salire più in alto nei risultati dei motori di ricerca.

Forse la cosa più importante di tutte, per avere strategie SEO e SEM efficaci, devi condurre costantemente test su parole chiave efficaci, tattiche di ottimizzazione, tendenze di marketing e persino l’attuale domanda di mercato.

Quale forma di marketing digitale per i motori di ricerca è adatta al tuo brand?

Ora che conosci la principale differenza tra SEO e SEM (traffico organico e traffico a pagamento verso il tuo sito web) è ora di iniziare a valutare le azioni che fanno al caso tuo. In effetti, la maggior parte delle aziende utilizza una combinazione di SEO e SEM per ottenere i migliori risultati possibili.

Naturalmente, se non sai da dove iniziare cerca un esperto SEO e di web marketing che sa renderti visibile su Google. Tuttavia, questo non significa che non puoi imparare a farlo da solo. Certamente, sai bene che se devi occuparti della tua azienda, non puoi fare anche questo. Sarebbe davvero troppo!